Fisioterapia-riabilitazione.com - Sito interamente dedicato alla riabilitazione, fisioterapia, riabilitazione sportiva e alle molteplici patologie.

 
 

Ricostruzione legamentosa del ginocchio

Ricostruzione legamentosa del ginocchio

L’articolazione del ginocchio è la più complessa dell’arto inferiore; essa è formata dalle superfici ossee, rappresentate dai piatti tibiali, dai condili femorali e dalla rotula; dai menischi che migliorano la congruenza articolare e preservano usura della cartilagine; dai legamenti, che garantiscono la stabilità dell’articolazione.

Schematicamente distinguiamo quattro fasci legamentosi principali: il crociato anteriore ed il crociato posteriore, che costituiscono il perno centrale e sono importanti per la stabilità antero-posteriore e rotatoria, e i legamenti collaterali che danno la stabilità in senso medio-laterale. Ciascuno dei legamenti può essere leso singolarmente od in associazione con altri; i due legamenti che più frequentemente subiscono una lesione sono il legamento crociato anteriore (LCA) ed il legamento collaterale mediale.
La rottura del LCA avviene per un trauma distorsivo che si verifica quando il ginocchio ruota e si piega in modo anormale.

La necessità della ricostruzione legamentosa e la tempistica dell’esecuzione variano da paziente a paziente; l’indicazione all’intervento di ricostruzione è la lesione del legamento crociato anteriore che determina cedimento articolare. Il legamento crociato anteriore viene ricostruito dopo il trauma una volta ottenuto un buon recupero articolare.

Procedura

Per la ricostruzione del LCA vengono utilizzati il tendine rotuleo o i tendini semitendinoso e gracile prelevati dal ginocchio lesionato oppure come terza opzione un tessuto tendineo da donatore (allograft); generalmente utilizzando i tendini flessori od il tendine omologo il recupero post-operatorio sarà più rapido e meno doloroso.

La tecnica chirurgica prevede, sotto controllo artroscopico, la creazione di due tunnel, uno tibiale e l’altro femorale, attraverso i quali viene fatto passare il trapianto che sarà poi fissato tramite viti, perni o cambre.

Il decorso post-operatorio generalmente avviene secondo le seguenti tappe:

1° - 2° giornata: a letto con tutore all’arto, elevazione ed applicazione di borsa del ghiaccio;
2° giornata: medicazione, eventuale rimozione del drenaggio ed inizio mobilizzazione;
3° - 4° giornata: inizio della fisioterapia e carico parziale con stampelle;
2° settimana: prosecuzione della fisioterapia presso centro di riabilitazione;
15° giornata: controllo clinico, rimozione punti sutura; continua il recupero del tono muscolare e dell’articolarità del ginocchio;
30° giornata: controllo clinico, abbandono di ginocchiera e stampelle, ripresa delle attività quotidiane;
fino al 6° mese continua con la riabilitazione funzionale fino alla ripresa dell’attività sportiva.

Controindicazioni

Non esistono controindicazioni specifiche all’esecuzione dell’intervento se non condizioni generali scadenti, infezioni, obesità, insufficienza venosa grave e l’età, che oramai è stata comunque elevata anche oltre i 40 anni in soggetti con richieste funzionali sportive o professionali; non è consigliato in pazienti con scarsa compliance (capacità del malato di adattarsi e di accettare le terapie proposte).

Complicanze

Le complicanze dopo un intervento di ricostruzione del LCA del ginocchio possono essere:

infezione superficiale od artrite settica; 
emartro e versamento articolare;
trombosi venosa profonda ed embolia polmonare;
danni nervosi o vascolari;
cicatrici cheloidee;
dolore nella parte anteriore del ginocchio;
rigidità del ginocchio ed algodistrofia;
zoppia;
fallimento per cedimento o rirottura del neolegamento.

Trackback URL for this post:

http://www.fisioterapia-riabilitazione.com/trackback/58
Argomento: Ricostruzione legamentosa del ginocchio
Link: http://www.fisioterapia-riabilitazione.com/ricostruzione-legamentosa-del-ginocchio.html

Lesioni del ginocchio in ambito sportivo

Riabilitazione sportiva e ginocchio purtoppo molte volte vanno a braccetto, come tutti sappiamo ci sono, sport individuali come sci, sport motoristici, corsa campestre ecc... in cui il rischio di torsione del ginocchio è molto elevato e di conseguenza anche il rischio di patologie traumatiche.
Inizio pagina

I contenuti e le notizie di Fisioterapia-riabilitazione.com vengono riportate per mero scopo conoscitivo dal Centro Fisioterapico Prisma S.r.l e non vogliono in alcun modo sostituire il parere di un fisioterapista. Autorizzazione Regionale n° 129 e P.Iva 02903640247