Fisioterapia-riabilitazione.com - Sito interamente dedicato alla riabilitazione, fisioterapia, riabilitazione sportiva e alle molteplici patologie.

 
 

Osteoartrite sintomi

Osteoartrite sintomi

I sintomi principali dell'osteoartrite sono dolore, rigidità, scricchiolii, ingrossamento e deformità dell'articolazione interessata, con possibile infiammazione negli stadi più avanzati.

Dolore. Il dolore caratteristico dell'osteoartrite è descritto come lieve o moderatamente sordo fino a una vera e propria pulsazione dolorosa. Comincia di solito in forma leggera, appare soltanto quando l'articolazione è affaticata ed a volte scompare con il riposo. Ma con la progressione della malattia può manifestarsi un dolore acuto non appena si muove. Alla fine il dolore persiste anche a riposo quando l'articolazione non è sottoposta ad alcuna sollecitazione. Nei casi più gravi la malattia può impedire il sonno, con pesanti ripercussioni sulla qualità della vita.

Rigidità Le articolazioni osteoartritiche sono spesso irrigidite, soprattutto al mattino, e dopo lunghi periodi di inattività possono anche bloccarsi, per esempio dopo che si è rimasti a lungo seduti in auto o al cinema. Nella fase iniziale la rigidità è spesso di breve durata e può venire sciolta facilmente con il movimento.  Ma con l'aggravarsi del disturbo si arriva a una perdita permanente della mobilità che non migliora nemmeno con esercizi di riscaldamento o con il movimento continuo.

Scricchiolii Dette anche "scrosci", queste sensazioni provenienti dall'articolazione colpita (molto spesso un finocchio o più raramente un'anca) si presentano negli stadi avanzati dell'osteoartrite. Possono essere provocate dallo strofinamento delle ossa durante movimenti consueti, oppure quando le articolazioni vengono manipolate passivamente nel corso di una visita medica.  Gli scricchiolii che colpiscono molto spesso le ginocchia possono essere tanto forti da udirsi ai lati opposti di una stanza, ma per quanto spaventosi sono per lo più indolori, o al massimo accompagnati da una sensazione sorda.

Deformazione e ingrossamento dell'articolazione / Infiammazione. Quando la cartilagine degenera, le ossa subiscono danni ed i meccanismi di autoriparazione dell'organismo vengono meno, l'articolazione colpita può deformarsi. Gli osteofiti possono deformare il profilo dell'articolazione, rendendo difficili i movimenti delle ossa.  I noduli di Heberden possono deformare le articolazioni delle dita più prossime ai polpastrelli, mentre quelli di Bouchard possono provocare l'ingrossamento di quelle medie. Possono aversi anche cisti ossee, rozze escrescenze ossee, incurvamento delle gambe e valgismo delle ginocchia. Un altro problema può essere quello dei versamenti articolari, cioè l'eccessiva presenza di liquido: in alcuni casi il medico può doverne estrarre fino a 100 millilitri da un'unica articolazione.

Anche se l'osteoartrite può colpire qualsiasi articolazione, i suoi obiettivi più comuni sono le dita, le articolazioni che sopportano particolari sollecitazioni, come le ginocchia è le anche, il collo, la zona lombo-sacrale e alcune articolazioni dei piedi. Può manifestarsi in una o più articolazioni del corpo, senza un ordine particolare, ma di solito non colpisce in modo simmetrico (cioè non entrambe le ginocchia o entrambe le anche, almeno nella fase iniziale).

Trackback URL for this post:

http://www.fisioterapia-riabilitazione.com/trackback/75

Pedana e riabilitazione

Quando si parla di riabilitazione non si puo' evitare di citare la pedana basculante, che oscilla con gradi diversi, collegata ad un computer in cui sono impostati eser
Inizio pagina

I contenuti e le notizie di Fisioterapia-riabilitazione.com vengono riportate per mero scopo conoscitivo dal Centro Fisioterapico Prisma S.r.l e non vogliono in alcun modo sostituire il parere di un fisioterapista. Autorizzazione Regionale n° 129 e P.Iva 02903640247