Fisioterapia-riabilitazione.com - Sito interamente dedicato alla riabilitazione, fisioterapia, riabilitazione sportiva e alle molteplici patologie.

 
 

Nevralgia del trigemino

Nevralgia del trigemino

La nevralgia del trigemino è considerata una condizione tra le più dolorose tanto che fu etichettata come “malattia del suicida” visto il numero di persone che si suicidarono a causa del dolore che non erano in grado di controllare nemmeno con l'uso di farmaci.


La nevralgia del trigemino causa intenso dolore negli occhi, labbra, naso, cuoio capelluto, fronte, aree cutanee esterne e mucose interne della mascella e della mandibola ed è definita un disordine neuropatico del nervo trigemino.
Il nervo trigemino è responsabile della veicolazione delle informazioni sensoriali come il tatto, la sensibilità termica, la sensibilità nocicettiva (dolore) che sono originate dalla faccia sopra la linea mandibolare.
Il nervo trigemino è il quinto nervo cranico ed è un nervo misto. Esso ha la responsabilità della funzione motoria dei muscoli masticatori (muscolo messetere, temporale e pterigoidei).

CAUSE

Nel 95% dei casi la nevralgia è causata da una compressione vascolare del nervo trigemino all'ingresso delle radici nervose del tronco encefalico.
Alcune situazioni patologiche a carico del trigemino restano al di fuori della classica compressione neuro-vascolare e sono comunque fonte di nevralgia.
Nella nevralgia del trigemino il nervo può essere coinvolto nella sua posizione sensitiva da:

  • aderenze aracnoidee diffuse
  • compressione da protuberanze ossee dell'osso petroso
  • compressione tra la sostanza del tronco encefalico e l'osso petroso per poco spazio a disposizione del nervo
  • compressione da parte di vene
  • stiramento del decorso del nervo a causa di abnormi torsioni/rotazione del tronco encefalico
  • compressione di grande arterie come quella vertebrale o basilare
  • compressione da parte di porzioni in esubero di sostanza nervosa in cui il nervo si trova costretto come in un canale

SINTOMI

Gli episodi dolorosi si verificano parossisticamente o improvvisamente e a volte scaturiscono da attività comuni ad esempio dall'esposizione al freddo. I pazienti hanno la sensazione di sentire scosse elettriche acute.
Gli attacchi si generano da un lato della faccia alla volta, hanno la durata di alcuni secondi e possono presentarsi tutto il giorno anche per alcuni mesi.

Parlare , masticare, deglutire, ridere, sfregare la cute del viso in particolari aree, definite zone trigger, può scatenare la crisi dolorosa. Le zone trigger si trovano più frequentemente intorno alla bocca o al naso.

 

DIAGNOSTICA

La diagnosi è possibile dopo aver:

  • accurata storia e ed esame fisico
  • Risonanza Magnetica encefalica anche con mezzo di contrasto
  • Angio- RM


CURA

Laserterapia

Tags:

Trackback URL for this post:

http://www.fisioterapia-riabilitazione.com/trackback/61

Ortopedica per lesioni del ginocchio

Come la moderna chirurgia ortopedica cerca di porre rimedio alle sempre più frequenti lesioni del ginocchio con una cartilagine di… scorta ?
Inizio pagina

I contenuti e le notizie di Fisioterapia-riabilitazione.com vengono riportate per mero scopo conoscitivo dal Centro Fisioterapico Prisma S.r.l e non vogliono in alcun modo sostituire il parere di un fisioterapista. Autorizzazione Regionale n° 129 e P.Iva 02903640247