Fisioterapia-riabilitazione.com - Sito interamente dedicato alla riabilitazione, fisioterapia, riabilitazione sportiva e alle molteplici patologie.

 
 

Effetti del colpo di frusta

Effetti del colpo di frusta

Gli effetti del colpo di frusta (whip lash) sul bacino sono più o meno equivalenti a quelli che si verificano a livello cervicale: però quest'ultima regione è ricca di "sensori" estremamente importanti e determinanti per la vita di relazione. Ne consegue che una perturbazione della zona cervicale disturba molto di più della stessa perturbazione a livello del bacino.

Per quanto riguarda gli effetti neurologici molti autori si sono espressi in merito e a volte con pareri anche discordanti... Secondo alcuni il trauma da whip lash, colpo di frusta, determina uno squilibrio circolatorio del liquido cefalo-rachidiano soprattutto a livello del IV ventricolo. Secondo altri si verificano lesioni corticali. Altri ancora evidenziano un risentimento della massa cerebrale dell'effetto della tissotropia: la tissotropia è la proprietà che hanno alcuni gel di liquefarsi in seguito a scuotimento e di ritornare alla normalità una volta messi a riposo.

Nel caso del colpo di frusta, se il trauma non supera una certa entità il ritorno alla normalità è spontaneo; se invece l'insulto è forte, diventa difficile il ritorno alle condizioni normali.
Vi possono essere, poi, lesioni dei centri encefalici che gestiscono il ritmo sonnoveglia; alterazioni emotivo-affettive.

Nel caso di trauma fortissimo si può incorrere in :
- Coma ( più o meno profondo con implicazione della sostanza reticolare )
- Compromissione del fascicolo piramidale ( emiplegia )
- Compromissione dei nervi cranici (implicazione territoriale a seconda del nervo cranico coinvolto )
- Commozione cerebrale' perdita di coscienza/conoscenza
- Problematiche e relativi sintomi a livello di plesso cervicale e plesso brachiale

I sintomi sono molto differenziati:
- vertigini
- cefalea
- amnesie
- perturbazione sfera visiva o vestibolare
- nausea/vomito

Questi non dipendono solo dalla zona cervicale ma, ad essere precisi, sono direttamente conseguenti ad uno "spostamento di masse liquide". Alcuni pazienti lamentano gonfiore (soprattutto notturno) alle mani. Ciò può essere conseguenza della compressione del pacchetto pascolo-nervoso del cavo ascellare oppure, ma meno probabile, ad una compressione nervosa cervico-brachiale.

La compressione vascolo-nervosa del cavo ascellare è molto spesso causata dal muscolo piccolo pettorale (sindrome del piccolo pettorale di Caillet!). Per quanto riguarda la porzione cervicale si deve fare una precisazione: si parla di DISTRAZIONE CERVICALE quando vi è una netta predominanza della componente antero-posteriore del trauma.
Si parla invece di DISTORSIONE CERVICALE quando oltre alla componente sagittale si associa, nel trauma, anche una forte componente rotatoria.

Da un punto di vista nervoso nel primo caso ci sarà soprattutto un interessamento di tipo midollare; nel secondo caso saranno maggiormente interessate le radici.I tests posturologici che si devono effettuare nel paziente che ha subito un colpo di frusta trovano motivazione nel fatto che alla base del collo ci sono molti recettori sensoriali così come a livello articolare tra le vertebre cervicali. Questi recettori informano il cervelletto e la corteccia circa la postura e la posizione del capo rispetto al collo.

II colpo di frusta determina una rettilineizzazione della porzione cervicale e dunque una alterazione della scarica "informativa" di questi recettori. Di solito il paziente riferisce sensazioni di mal di testa e vertigini. Il mal di testa è dovuto all'interessamento, nel trauma, del nucleo sensitivo principale del trigemino. Questo è molto grande e arriva ad "invadere" il midollo cervicale.

Inoltre il colpo di frusta scatena una ipertonia della muscolatura suboccipitale e quindi un aumento della tensione (spasmo) della muscolatura esterna che avvolge il cranio.
Per quanto riguarda la sensazione di vertigine o la mancanza di equilibrio si ricordi che il centro dell'equilibrio è situato a livello del Temporale. Utricolo e sacculo rispondono alla variazione della posizione del corpo nello spazio soprattutto del capo rispetto al collo. Da ciò risulta evidente che è di fondamentale importanza la valutazione della cinetica delle ossa temporali! La rettilineizzazione cervicale porta il capo in una posizione diversa da quella che precedentemente era la normalità.

Però la necessità primaria di riportare la linea bipupillare in linea con l'orizzonte stimola la muscolatura posturale a rimettere il capo in una posizione orizzontale. Da ciò l'ipereccitazione della muscolatura suboccipitale che è estremamente ricca e densa di fusi neuromuscolari (quasi come una mano ) e quindi altamente sensibile ad ogni minima variazione della posizione del capo nello spazio. I disordini posturali in seguito a colpo di frusta vengono messi in evidenza non tanto nella dinamica, quanto invece nella postura statica del soggetto.

Ancora più evidenti risulteranno facendo chiudere gli occhi al paziente e diminuendogli la base di appoggio (tenere i piedi ravvicinati). Altra zona di importanti informazioni posturali è la porzione lombare e relativi muscoli posturali lombari. In seguito ad un colpo di frusta, da questa zona molte informazioni afferenti e generalmente eccitatone arrivano alla componente cranio-cervicale e da qui a livello di cervelletto e di corteccia.

Trackback URL for this post:

http://www.fisioterapia-riabilitazione.com/trackback/66

Fisioterapia - fisioterapia

La fisioterapia è l'insieme dei metodi utilizzati dal fisioterapista per trattare una serie di patologie legati ai problemi motori.

Inizio pagina

I contenuti e le notizie di Fisioterapia-riabilitazione.com vengono riportate per mero scopo conoscitivo dal Centro Fisioterapico Prisma S.r.l e non vogliono in alcun modo sostituire il parere di un fisioterapista. Autorizzazione Regionale n° 129 e P.Iva 02903640247