Fisioterapia-riabilitazione.com - Sito interamente dedicato alla riabilitazione, fisioterapia, riabilitazione sportiva e alle molteplici patologie.

 
 

Borsite del ginocchio

Borsite del ginocchio

La borsite del ginocchio è conosciuta anche con il nome di : borsite pre rotulea, borsite della zampa d'oca, sindrome della bendelletta ileo-tibiale. Le “borse” sono posizionate tra la cute e le prominenze ossee o tra i tendini,legamenti e l'osso.

Sono delimitate dal tessuto sinoviale avente la funzione di produrre piccole quantità di liquido che servirà per diminuire l'attrito tra le strutture limitrofe.
L'ispessimento di questo questo strato sinoviale, e conseguentemente la produzione di altro liquido, sono determinate dalla pressione cronica o dall'attrito.

Sulla regione anteriore del ginocchio è posta la borsa pre-rotuea. Essa giace superficialmente tra la cute e la rotula. In fase infiammatoria questa borsa si riempie di liquido formando un gonfiore  a forma di cupola visibile sopra la regione anteriore del ginocchio. Le persone più soggette a questa patologia sono quelle che stanno a lungo in posizione inginocchiata (ginocchio della lavandaia) o persone che svolgono lavori di posa tappeti o pavimenti.

Sotto l'intersezione dei muscoli sartorio, gracile e semitendineo, sulla faccia mediale della tibia subito al di sotto del piatto tibiale, è posta la borsa della zampa d'oca. Spesso il sovraccarico o l'artrosi precoce del compartimento mediale del ginocchio sono causa della sua infiammazione.

La borsite della zampa d'oca può essere confusa con una patologia meniscale mediale in quanto il dolore è localizzato lungo la regione antero-mediale della tibia prossimale.

La regione laterale del ginocchio è attraversata dalla bendelletta ileo-tibiale, la quale può infiammarsi a causa di movimenti ripetuti sul condilo femorale laterale (movimenti di estensione e flessione del ginocchio) per questo motivo ne sono più colpiti i corridori di fondo.

I SINTOMI :

In fase iniziale il dolore è presente solo durante l'attività fisica o sotto una pressione diretta.Il paziente riferirà di una fitta intensamente dolorosa al momento di alzarsi dalla sedia qualora sia stato fermo a lungo.Per quanto riguarda il gonfiore esso sarà localizzato sulla struttura coinvolta e sarà più evidente nella borsite pre-rotulea.
La borsite cronica dà luogo a dolore continuo e zoppia antalgica. Il gonfiore persistente provoca una pressione tale da poter provocare l'indebolimento dei legamenti e/o dei tendini sovrastanti con lesioni parziali o rotture spontanee.

IL TRATTAMENTO :

La grande maggioranza dei pazienti risponde positivamente a trattamenti consistenti in sedute di Sit-terapia (sistema infiltrativo transdermico), sedute di Laserterapia, sedute di crioterapia, esercizi di stretching del muscolo quadricipite,degli ischio-crurali e della bendelletta ileo-tibiale (nel caso in cui ci sia un ispessimento).

EPICONDILITE E SINDROME DEL TUNNEL RADIALE :

L'epicondilite e la sindrome del tunnel radiale è detta anche: epicondilite laterale, gomito del tennista, tendinosi laterale del gomito, epicondilite mediale, gomito del golfista, tendinosi mediale del gomito.

La condizione di dolore nella sede di origine del muscolo estensore radiale del carpo è spesso diagnosticata come epicondilite  laterale e gomito del tennista.
La patologia e il punto maggiormente doloroso  si trovano nel contesto del tendine appena distalmente all'epicondilo.
Questa patologia non ha origine infiammatoria bensì di una degenerazione tissutale con presenza di fibroblasti e iperplasia microvascolare in assenza di flogosi.
L'epicondilite mediale detta anche gomito del golfista assomiglia all'epicondilite laterale per quanto riguarda eziologia e patologia e si osserva nell'origine tendinea dei muscoli flessore e pronatore distalmente all'epicondilo mediale.

L'epicondilite laterale colpisce maggiormente pazienti che hanno un'età compresa tra i 35 e i 50 anni.Essi riferiscono un dolore che aumenta progressivamente lateralmente al gomito e all'avambraccio durante movimenti quali: l'estensione del polso, sollevamento di pesi, avvitamento con l'utilizzi di arnesi da lavoro e colpi a rovescio nel tennis. Il dolore nel tempo può insorgere anche a riposo.

Nella sindrome del tunnel radiale la sintomatologia è simile a quella descritta precedentemente ma la zona dolorosa è localizzata 4 /5 cm più distalmente rispetto alla zona interessata dall'epicondilite laterale. Questa sindrome non comporta insensibilità o formicolii, una debolezza muscolare è presente raramente prima dello stato avanzato di malattia.
L'epicondilite mediale si osserva maggiormente in pazienti che fanno attività che comportano la flessione attiva del polso e la pronazione dell'avambraccio come ad esempio si riscontra nel golf, nello swing, nel lancio nel beseball o nella bracciata di virata del nuoto.

IL TRATTAMENTO

Il trattamento di questa sindrome il genere è costituito da sedute di Laserterapia, Cryoterapia e Sit- terapia (sistema infiltrativo transdermico).

 

Trackback URL for this post:

http://www.fisioterapia-riabilitazione.com/trackback/51

Colpo di frusta: considerazioni osteopatiche

L'Osteopatia è una disciplina di studio che si colloca nell'ambito della prevenzione e quindi una volta capito, attraverso il dialogo con la persona che presenta dei sintomi, che la natura di tali non sono patologie o degenerazioni dei tessuti o fratture ossee, si procede al racconto dettagliato dell'evento traumatico e da quanto tempo è trascorso dal trauma alla com
Inizio pagina

I contenuti e le notizie di Fisioterapia-riabilitazione.com vengono riportate per mero scopo conoscitivo dal Centro Fisioterapico Prisma S.r.l e non vogliono in alcun modo sostituire il parere di un fisioterapista. Autorizzazione Regionale n° 129 e P.Iva 02903640247